Yandex Seo

yandex seo

Tabella dei Contenuti

Yandex SEO: leggendo questo articolo, scoprirai come ottimizzare organicamente i contenuti per il motore di ricerca russo e quali sono le differenze con Google.

Yandex, infatti, è un’azienda in continuo sviluppo, che gode di molta popolarità nei paesi dell’Est Europa e, soprattutto, in Russia. Nello specifico, questa azienda possiede un motore di ricerca a lei omonimo, utilizzato da almeno il 60% della popolazione russa.

Il motore di ricerca è sempre aggiornato e quindi molto apprezzato. In particolare, gli algoritmi che definiscono il ranking e il posizionamento dei contenuti su Yandex sono costantemente migliorati, spesso prendendo spunto da competitor più grandi, proprio come Google.

Come funziona la Yandex SEO?

Prima di iniziare a parlare delle differenze che ci sono tra la SEO di Yandex e quella di Google, è importante conoscere il funzionamento del motore di ricerca russo.

Nonostante i fattori di posizionamento di Yandex non siano mai stati davvero svelati, si conosce l’identità dell’algoritmo che li calcola ed elabora: “MatrixNet“. Secondo alcune fonti, questo algoritmo lavora per fornire agli utenti i risultati più pertinenti possibili alle loro ricerche, analizzando più di 800 valori diversi.

Nello specifico, chi fa SEO su Yandex deve rendere conto non solo della creazione di contenuti utili alle persone, ma anche di parametri che regolano il funzionamento dei bot del motore di ricerca. Inoltre, sono presenti anche dei rigorosi filtri di penalità, per evitare imbrogli o manipolazioni.

Le principali differenze tra Yandex SEO e Google SEO

Di norma, una SERP di Yandex e una di Google sono diverse. Perché, pur avendo gli stessi obiettivi, finiscono per premiare diversi tipi di contenuto, a seconda di parametri differenti. In particolare dobbiamo tener conto di

  • meta-tag
  • SERP snippet
  • local SEO
  • ottimizzazione di contenuti
  • backlink
  • SEO tecnica

A volte, per determinati aspetti, i due motori di ricerca differiscono in maniera pesante. In altri casi, invece, le differenze sono minime.

I meta-tag

I due motori di ricerca gestiscono i meta-tag in maniera poco differente. Infatti, in Yandex la meta-description e il tag-title sono un po’ più lunghi. Mentre Google pone un’attenzione maggiore nello spamming dei tag delle keyword.

Gli snippet nella SERP

Guardando la SERP, gli snippet generati da Yandex e quelli creati da Google sono molto diversi.

In particolare, il motore di ricerca russo permette la creazione di snippet dinamici. Il titolo e la descrizione possono essere generati dinamicamente sulla base della ricerca stessa degli utenti. Inoltre, Yandex può contrassegnare i contenuti con badge come “sito popolare” o “scelta dell’utente”, rendendo più attraenti le risorse per i potenziali visitatori.

Google invece funziona in maniera molto più statica. Se l’utente ha scritto i meta-tag, allora il motore di ricerca riprende quelli. Altrimenti, li estrapola a seconda delle risorse più pertinenti. Inoltre, gli snippet sono sempre ricchi di contenuti. Nelle risorse ottimizzate, infatti, il motore di ricerca americano supporta inserti di micro markup, come schemi di FAQ, per le domande più gettonate.

La SEO locale

Anche in termini di local SEO, Yandex e Google differiscono molto.

Per i siti che hanno un dominio regionale, Google assegna automaticamente un paese prioritario. Se invece la zona è neutra (ad esempio .info), puoi configurare manualmente la collocazione regionale. Inoltre puoi completare la configurazione della SEO locale con un profilo MyBusiness o inserendo parole chiave con contenuto geografico nella pagina. Invece per promuovere contenuti in più regioni, è importante creare delle sotto categorie per dei singoli contenuti univoci.

Yandex, al contrario, determina la località del sito fino a un livello cittadino, permettendo modifiche fino all’associazione regionale.

L’ottimizzazione dei contenuti

Un’importanza sempre maggiore viene data all’ottimizzazione dei contenuti sulle pagine.

Sia Yandex che Google hanno convenuto che l’obiettivo del visitatore fosse solo un riferimento. Ad oggi, il contenuto è l’elemento SEO più prezioso. Se unico e ben scritto, il testo permette di avere un posizionamento migliore nella SERP.

Entrambi i motori di ricerca prevedono una keyword density pari al 3% o al 3.5% delle parole totali nel contenuto. Mentre Yandex preferisce dei contenuti brevi, Google invece premia quelli più lunghi, consentendo una densità di parole chiave maggiore.

Inoltre, Google valuta positivamente i cambi regolari all’interno di un sito. D’altro canto, per il motore di ricerca russo è solamente un fattore indiretto di posizionamento. In aggiunta, il team di Yandex ha annunciato quali sono i fattori che più determinano la qualità di un sito in ambito commerciale:

  • interazioni semplificate per gli utenti
  • metodi di consegna e pagamento
  • informazioni di contatto
  • navigazione semplice
  • design user friendly
  • ampia gamma di prodotti

Backlink

Ci sono alcune differenze anche nella SEO OffPage.

Per Google, i backlink sono dei fattori che determinano l’autorità di un sito e la sua credibilità. La SEO, dunque, è impossibile senza sforzi di link building.

Anche per Yandex i backlink sono importanti, ma il motore di ricerca russo presta molto più attenzione al valore dei collegamenti. Di conseguenza, una pratica di ricerca dei link aggressiva e poco attenta può comportare il crollo della tua risorsa digitale.

La SEO tecnica

Per quanto piccole, i due motori di ricerca differiscono anche nella valutazione tecnica dei siti. In particolare, Google premia da qualche anno le risorse digitali ottimizzate per l’esperienza mobile, in particolar modo dopo lo sviluppo dell’algoritmo “MobileFirst”. Nello specifico, preferiscono di gran lunga dei contenuti che siano completamente adattati all’esperienza su smartphone.

Yandex, invece, non è altrettanto severa nei confronti dei contenuti web legati all’esperienza principalmente su desktop. Ma comunque, anche nel contesto russo, il miglioramento delle prestazioni influisce sull’ottimizzazione del sito e, quindi, sul suo posizionamento.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris id mauris mollis, facilisis odio sit amet, vulputate odio. Mauris quis pellentesque elit, eu suscipit ipsum. Aenean sagittis purus in dui mollis, at imperdiet ante pellentesque.

Chiamaci, scrivici o bussa alla nostra porta





    Voglio ricevere le Case History



      Voglio ricevere le Case History

      Inserisci il tuo nome e la tua email nel form qui sotto e clicca sul tasto “Ottieni le Case History”.
      Riceverai direttamente nella tua casella, una email con il link per scaricare il file in formato Pdf.